Benvenuti nel blog ufficiale di Antonio Cacace.

Questo blog nasce con il preciso intento di far sentire la propria voce ed esprimere il proprio pensiero, liberamente e democraticamente.

Questo Blog nasce perchè non mi piace subire gli eventi ma partecipare agli stessi. Ma anche per parlare e confrontarmi con chi vorrà sugli argomenti che più mi interessano.

Le regole: il blog non si avvale della facoltà di moderare preventivamente i commenti dei lettori. Purtuttavia, ricordo, che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e in nessun caso questo sito potrà essere ritenuto responpsabile per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi.

venerdì 30 maggio 2014

Elezioni Civitavecchia, Cacace: "Grazie a quanti hanno creduto in me".


Grazie di cuore per avermi votato e per avermi fatto votare. Un grazie sincero e caloroso a tutte/i coloro che mi hanno sostenuto in questa difficile campagna elettorale. 150 voti, più i non pochi voti annullati, per quanto mi riguarda sono un risultato importante, merito di tutti noi, arrivato grazie all'entusiasmo e alla convinzione dei tanti che mi hanno sostenuto. A tutti un abbraccio sentito.

CIVITAVECCHIA – “Voglio innanzitutto ringraziare chi mi ha dato fiducia, votandomi al Consiglio comunale di Civitavecchia. Se la coalizione di cui ho fatto parte fosse andata al ballottaggio (l'abbiamo mancato per soli 39 voti) e avesse vinto le elezioni sarei potuto entrare in Consiglio comunale. Ma non è andata così e non sono stato eletto. Pazienza, il mio impegno resterà immutato". 

Sono le parole di ringraziamento di Antonio Cacace, presidente dell'associazione Il Popolo della Città, per i voti ricevuti dalla sua candidatura al consiglio comunale per la lista civica La Svolta.

"A conclusione di questa campagna elettorale, che ci ha visto tra le più votate delle liste in corsa, un ringraziamento va a tutti i cittadini che hanno creduto in noi e in me, con la voglia di cambiare in un progetto di rinnovamento per il territorio. Un grazie a tutti i candidati al Consiglio comunale della lista "La Svolta", che si sono impegnati sul territorio, mettendoci la faccia e mettendosi al servizio della città. 

Un ringraziamento anche e soprattutto a tutti coloro che si sono impegnati in questi anni con la nostra associazione e in questa campagna elettorale. Un grazie particolare a Massimiliano Grasso che ha creduto in me e che mi ha voluto nella sua lista civica, senza la sua voglia di scendere in campo per tentare di dare "una svolta" alla città la nostra battaglia non sarebbe stata possibile. Da qui, comunque, si riparte con l'entusiasmo e l'impegno di sempre. Grazie a tutti".

antonio-cacace@libero.it 

mercoledì 14 maggio 2014

Cacace (lista La Svolta): "Bene l'apertura ai croceristi di Varco Vespucci".


Il candidato al consiglio comunale della lista “La Svolta” plaude all’iniziativa: «tanti i commercianti di corso Marconi che mi hanno confidato di essere soddisfatti dell’iniziativa, ora bisogna lavorare per farla diventare una decisione permanente».


CIVITAVECCHIA – «La prima strada, così una volta le vecchie generazioni civitavecchiesi chiamavano corso Marconi, ovvero la strada centrale più vicina al porto e quindi la prima arteria viaria della città, che negli ultimi anni ha vissuto un forte declino dal dopoguerra ai giorni nostri.

Finalmente (e per un caso del tutto fortuito) ci siamo accorti che, essendo la strada più vicina al porto, l’unico modo per risollevare le sorti delle attività commerciali esistenti era semplicemente quello di farvi transitare i crocieristi diretti a Roma in modo che “scoprissero” un’altra zona della città ai più sconosciuta, che offre un volto variopinto di offerte appetibili per i turisti e una boccata di ossigeno per le realtà commerciali esistenti».

E’ quanto dichiara Antonio Cacace presidente dell'associazione Il Popolo della Città e candidato al Consiglio comunale di Civitavecchia per la lista “La Svolta” e per Massimiliano Grasso sindaco in merito all’apertura di Varco Vespucci (Porta Tarquinia) ai croceristi che sbarcano in città.

«Ed è così che, visto l’enorme afflusso di croceristi di passaggio, – continua Cacace – da qualche settimana i negozianti hanno pensato bene di rimanere aperti anche il giovedì pomeriggio e la domenica mattina, non solo in corso Marconi ma anche nelle vie circostanti, per “catturare” l’attenzione del flusso in transito e per dare una svolta alla crisi economica che li attanaglia.

Quella che doveva essere una soluzione provvisoria, e cioè il transito dei turisti dal varco Vespucci, si è dimostrata invece una soluzione inaspettata per dare vita ad un rilancio di una parte della nostra economia veramente in crisi.

Naturalmente – aggiunge il candidato de “La Svolta” – c’è chi gioisce e chi invece guarda la cosa con occhio non proprio felice, ma visti i numeri registrati in così poco tempo c’è ben da sperare per un futuro migliore per tutti, basta solo mettersi a tavolino e studiare una idea buona che possa portare benefici in diversi punti della città con un minimo di organizzazione. Resta il fatto che bisogna pensare per il futuro, a partire da oggi, di gestire meglio il flusso dei turisti distribuendo equamente le uscite dai due accessi portuali, quello al viale e quello dal varco Vespucci, per una rinascita dell’economia locale.
La collaborazione di tutti ed un piccolo ragionamento – conclude Cacace - a volte rende più di polemiche che nulla risolvono».

sabato 3 maggio 2014

Antonio Cacace (La Svolta): "A Civitavecchia manca un'ordinanza antivandali a tutela del patrimonio pubblico".



CIVITAVECCHIA - «E' da quando è nata la nostra associazione che lo diciamo: a Civitavecchia serve un’ordinanza antivandali sulla falsa riga di quelle varate dal Comune di Roma e da tante altre grandi città italiane per combattere il degrado. 

Anche a Civitavecchia, infatti, sarebbe indispensabile disciplinare questo malcostume in considerazione dei numerosi atti di vandalismo e di imbrattamento che continuano a verificarsi in città, l'ultimo in ordine di tempo è quello alla Marina dove sono state distrutte un paio di panchine in marmo ed imbrattata la statua del Bacio con la vernice spray. Purtroppo la nostra proposta è rimasta lettera morta, ma confido di poterla ripresentare direttamente in Consiglio comunale se avrò il necessario consenso da parte dei cittadini nella tornata elettorale ormai imminente per il rinnovo dell’Amministrazione».

Lo dichiara Antonio Cacace, presidente dell’associazione 'Il Popolo della Città' e candidato al Consiglio comunale di Civitavecchia per la lista civica 'La Svolta' a sostegno del candidato sindaco di centrodestra Massimiliano Grasso

«Un'ordinanza ad hoc del Consiglio Comunale che preveda una serie di inasprimenti per chi imbratta i muri, i cassonetti della città, per chi in sostanza nuoce al decoro urbano, potrebbe ridimensionare questo fenomeno. La legge che lo consente è la n. 94 del 15 luglio 2009 - Art. 3 comma 4 - e prevede tra le altre cose il divieto di vendita ai minori di anni 18 di bombolette spray contenente vernici non biodegradabili punito con sanzione amministrativa fino a 1.000,00 euro. Molti Comuni hanno già adottato provvedimenti di questo tipo per combattere il degrado urbano e per contrastare gli atti vandalici di danneggiamento del patrimonio pubblico e privato. A Roma sono state emesse numerose ordinanze antidegrado su rifiuti, writers e volantinaggio. 

 L'intento dell'ordinanza non dovrà essere solo repressivo: è necessario prevenire i comportamenti incivili per i cittadini e per i turisti che scelgono di trascorrere una giornata nella nostra - mi auguro ancora – bella Città d'incanto».

ilpopolodellacitta@libero.it