Benvenuti nel blog ufficiale di Antonio Cacace.

Questo blog nasce con il preciso intento di far sentire la propria voce ed esprimere il proprio pensiero, liberamente e democraticamente.

Questo Blog nasce perchè non mi piace subire gli eventi ma partecipare agli stessi. Ma anche per parlare e confrontarmi con chi vorrà sugli argomenti che più mi interessano.

Le regole: il blog non si avvale della facoltà di moderare preventivamente i commenti dei lettori. Purtuttavia, ricordo, che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e in nessun caso questo sito potrà essere ritenuto responpsabile per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi.

lunedì 26 dicembre 2016

Il 26 dicembre del 1946 nasceva il Movimento Sociale Italiano

Il 26 dicembre 1946 nasce la Destra politica italiana, per decenni la casa per una vasta comunità.
26 dicembre 1946-26 dicembre 2016: i 70 anni del Msi in otto citazioni
Settanta anni fa veniva accesa la fiamma che rappresenterà per molti anni la casa per una vasta comunità di italiani: gli sconfitti della Seconda guerra mondiale. E proprio il 26 dicembre del 1946, nel giorno di Santo Stefano, nasce ufficialmente a Roma, nello studio di Arturo Michelini l’MSI, il Movimento sociale italiano. Tra i fondatori del movimento alcuni reduci della Repubblica Sociale Italiana: Pino Romualdi, Giorgio Almirante, Cesco Giulio Baghino e Mario Cassiano. Come simbolo del partito, Giorgio Almirante propone l’adozione della fiamma tricolore.
Fin dalla sua nascita il Msi ha una caratteristica che lo differenzierà dai movimenti nostalgici fin lì esistiti: quella di porsi come movimento politco che agisce nel pieno rispetto delle regole democratiche. Non è un caso, infatti, che sin da subito il partito inizia a conquistare porzioni sempre più importanti di opinione pubblica.
Per celebrare questo importante anniversario, il 20 ottobre scorso è stata inaugurata, sempre a Roma, la mostra sui 70 anni del Movimento Sociale Italiano “Nostalgia dell’avvenire”,organizzata dalla Fondazione Alleanza Nazionale.
Sul Secolo d’Italia – storico giornale di riferimento della destra italiana e che fu anche l’organo ufficiale del MSI – vi è scritto che “La Mostra ripercorre tutta la storia del Msi: le origini e la prima segreteria Almirante, la segreteria Michelini (1954-1969), la seconda segreteria Almirante (1969-1987), le segreterie Fini e Rauti (1987-1995). Sezioni cronologiche affiancate da sezioni tematiche sui “luoghi del cuore” della destra italiana, Trieste, l’Alto Adige e Reggio Calabria, sulla riforma istituzionale e la battaglia per la Nuova Repubblica, sul sindacato, sulla cultura, le riviste e le pubblicazioni, sui giovani e le loro organizzazioni. Il titolo della mostra, “Nostalgia dell’avvenire”, riecheggia uno slogan che fu di Giorgio Almirante e che è utilizzato anche nello spot che la presenta legando i giovani di oggi e il web ai grandi comizi del leader missino”.
Senz’altro questa mostra, che durerà fino il 10 febbraio 2017, è un’occasione per ripercorrere (e magari comprendere) un pezzo importante della storia del nostro Paese, un periodo capace di far nascere grandi passioni e grandi ideali nelle giovani generazioni che si sono susseguite in quegli anni.
fonte: http://www.lavocedelpopolo.net/63697/il-26-dicembre-del-1946-nasceva-il-movimento-sociale-italiano/