lunedì 20 dicembre 2010

ACQUA: CONSIGLIO DEI MINISTRI, STATO D’EMERGENZA NEL LAZIO PER L’ARSENICO


(AGENPARL) – Roma, 20 dic – Dopo quasi due mesi dalla mancata deroga della Commissione Europea sui valori di arsenico nell’acqua, il Consiglio dei Ministri ha decretato lo stato d’emergenza nel Lazio. Il provvedimento, firmato nella seduta dello scorso 17 dicembre, riguarderebbe circa venti comuni della Regione, ma non è dato sapere quali.
La lista dei comuni interessati dallo stato d’emergenza potrebbe essere resa nota oggi, così come il nome del commissario straordinario che dovrà gestire la situazione e riportare la concentrazione di arsenico a livelli consentiti dalla legge. A fine ottobre erano 128 i comuni italiani fuori legge, ben 78 dei quali nel Lazio.

0 commenti:

Posta un commento