lunedì 27 dicembre 2010

LA PROTESTA DEI PASTORI SARDI SI BLOCCA A CIVITAVECCHIA



Volevano arrivare a Roma e sono stati bloccati all'alba di oggi al porto di Civitavecchia.
Erano 300, sono scesi dal traghetto partito da Olbia, tutti del Movimento Pastori Sardi (MPS) per raggiungere la Capitale e fare un sit-in davanti al Ministero delle Politiche Agricole per protestare contro la crisi del settore agropastorale. Ad aspettarli però a Civitavecchia c'erano le Forze dell'Ordine che, nel tentativo di identificarli e fermarli, hanno formato un cordone che ha portato inevitabilmente allo scontro. 
Risultato della giornata: 3 pastori denunciati e manifestazione bloccata (infatti nessuno è riuscito a raggiungere Roma).
Nel 2011 più di 7000 aziende del settore chiuderanno. Questo è quello che continuano a dire i pastori e accusano la Regione Sardegna di non sbloccare i fondi dell'Unione Europea.
Ritengo non giusto bloccare "preventivamente" dei cittadini che non hanno commesso alcun reato.
E' stato ipotizzato che questi avessero intenzione di bloccare autostrade, danneggiare la Capitale ma da qui a permettersi di fermare onesti e infaticabili lavoratori e sequestrargli addirittura i pullman (per dei semplici sospetti) ne passa di acqua sotto i ponti... 
E' discutibile dire oggi "abbiamo paura che commettano certi reati, aumentiamo la sicurezza nelle nostre città" sapendo cos'è successo fino a ieri. Penso sia sbagliato non permettere a dei cittadini liberi, a padri e madri di famiglia, di manifestare soprattutto dopo aver visto, solo pochi giorni fa, migliaia di "pacifici studenti" mettere a ferro e fuoco il centro di Roma senza che nessuno si sia mosso "preventivamente" per impedirlo. Eppure tutti sapevano cosa sarebbe successo il 14 dicembre a Roma!
Inoltre mi domando come mai quelli del nord si e i sardi no.
Mi spiego meglio: perchè agli allevatori del Nord sono state "tolte" le multe dell'Unione Europea per le quote latte, mentre i pastori sardi non possono avere quel poco che guadagno?!?

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO SU YOU TUBE

4 commenti:

il problema è che questi del nord hanno (per colpa di chi?) un eccesso di rappresentatività in parlamento a discapito di tutto il resto della popolazione italiana e ciò come abbiamo visto anche in questa circostanza è discriminante e parziale a tutti gli effetti.
E' questa l'Italia che vogliamo Antonio? A 2 marce e con 2 pesi e 2 misure?

Civitavecchia, Roma, Italia.

Caio hai letto La Destra info e A Tutta Destra?
tremendo [sei un grande ;-)]

Ale

si letto grazie. Tu ne sai niente...? :-)

Antonio

Ciao Antonio, i migliori auguri per il 2011. Che il nuovo anno possa portarti ciò che desideri!

gli amici

Posta un commento