domenica 16 gennaio 2011

MARINA, CIVITAVECCHIA: I CITTADINI VOGLIONO LO SBLOCCO DEI LAVORI



Chi conosce la realtà di Civitavecchia sa bene che uno dei problemi dei cittadini, è quello legato alla carenza di spazi di aggregazione e di socializzazione, e la nuova Marina, in fase di costruzione, ha tutti i titoli per diventarne il fiore all’occhiello. I destinatari della struttura, in particolare i giovani e le famiglie, sono spesso costretti a girovagare per la città alla ricerca di spazi idonei che non sempre sono tali e sufficienti per tutti. L’Assessorato alle Opere Pubbliche, guidato da Enrico Zappacosta, a seguito di lamentele di alcuni segmenti attivi della cittadinanza per l'eccessiva altezza di un muro in cemento armato che impediva la vista a mare da viale Garibaldi, ha deciso di intervenire per abbassarlo di quasi un metro (da 5,80 metri a 4,95). Oggi, a distanza di molti mesi dall’inizio dei lavori ed a meno di un mese dalla conclusione dell’opera, registriamo lo stop dei lavori da parte della Sovrintendenza regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio. Se le ragioni sono solo queste, siamo alla follia burocratica!!! All’ecatombe del buon senso di chi è preposto al controllo e ne blocca la realizzazione solo perché si abbassano muri e si apportano migliorie al progetto.

Ma non dovrebbe essere il contrario? Sinceramente non capisco. Non capisco cosa succede a questa città. Ora ci si mettono pure i burocrati a bloccare un opera attesa da tutti. Non capisco l’opposizione che esulta sapendo che alla fine a rimetterci saremo solo noi cittadini, perché il rischio è di trovarci, com’è già successo in passato un'opera incompiuta.

Non capisco il senso di bloccare i lavori ormai di fatto completati. A meno che ci siano delle forze occulte e trasversali intente a penalizzare l’attività di questa Amministrazione. Ovviamente non ho motivi per crederlo, visto che si tratta di una realizzazione a tutto vantaggio della collettività. Per questo sono fiducioso che nei prossimi giorni si possa chiarire il tutto e consegnare l’opera senza ulteriori ritardi. Almeno me lo auguro!!!

A questi ispettori/burocrati, consiglio di andare una domenica pomeriggio alla Marina per vedere quante famiglie, nonostante ci sia ancora un cantiere aperto, hanno bisogno che questi spazi siano loro consegnati.

2 commenti:

CONDIVIDO PIENAMENTE!!! A questa città accade, che alcuni politici, ove il loro compito primario sarebbe quello di proporre alternative, confronti ecc....... sono impossessati dalla rabbiosa aggressività verbale, assumendo attegiamenti dittatoriali, chiedendo dimissioni ovunque e a chiunquepur di raggiungere lo scopo primario, destabilizzare fortemente questa Amministrazione.
Quindi...qualunque contesto, qualunque motivo... è usato a tal fine, ovviamente....tutto sotto il nome della legalità o del rispetto per il cittadino.... si si...... come no.

La risposta la darà la bella Marina finita e consegnata alla città.

Posta un commento