Benvenuti nel blog ufficiale di Antonio Cacace.

Questo blog nasce con il preciso intento di far sentire la propria voce ed esprimere il proprio pensiero, liberamente e democraticamente.

Questo Blog nasce perchè non mi piace subire gli eventi ma partecipare agli stessi. Ma anche per parlare e confrontarmi con chi vorrà sugli argomenti che più mi interessano.

Le regole: il blog non si avvale della facoltà di moderare preventivamente i commenti dei lettori. Purtuttavia, ricordo, che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e in nessun caso questo sito potrà essere ritenuto responpsabile per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi.

martedì 22 marzo 2011

ECOBANK: POTREBBE ESSERE UN INCENTIVO ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E UN AIUTO ALLA SPERIMENTAZIONE!




Guadagnare riciclando con il vuoto a rendere. E’ questo il motto di Ecobank.
Grazie al servizio Ecobank, infatti, i cittadini aiutano le amministrazioni comunali a fare la raccolta differenziata e ricevono in cambio un buono o una moneta a seconda della convenzione che si stipula. Ecco come funziona.
Qualche centesimo in cambio di una lattina vuota. C'è un modo per fare la raccolta differenziata e guadagnarci qualche euro. È il meccanismo del vuoto a rendere, in cui i cittadini aiutano le amministrazioni locali a dividere i rifiuti per tipologia e ricevono in cambio un buono o una moneta.
L'idea non è nostra e neanche nuova: esiste già da diversi anni, negli Stati Uniti e nei paesi dell’Europa settentrionale.
In Italia Ecobank è stato sperimentato, per la prima volta, dai piemontesi di Valenza e Alessandria. È stata la regione Piemonte, infatti, a finanziare il progetto sperimentale. Il test, partito a inizio 2009, ha avuto un grande successo. Al di là delle più rosee aspettative: in cinque mesi nelle stazioni automatiche Ecobank sono stati conferiti 850.000 pezzi tra bottiglie e lattine.

mercoledì 2 marzo 2011

Nasce a Civitavecchia l'associazione Il Popolo della Città




Si è costituita nei giorni scorsi a Civitavecchia l’associazione culturale «Il Popolo della Città», con l'obiettivo di promuovere e coordinare iniziative politiche, culturali e sociali nella nostra città attraverso la ricerca, la proposizione di idee e di campagne civili e culturali. L’associazione vuole coinvolgere in maniera concreta i cittadini nella vita pubblica, prestando ascolto alle loro esigenze e dando voce alle loro istanze.
«Il Popolo della Città» non è - e non vuole essere - l’ennesima corrente di nessun partito, ma è una libera associazione di cittadini che, nel panorama politico locale, si colloca nell’area di centro-destra e si ispira ai valori di una destra popolare, democratica e moderna. L’amore per il nostro territorio, l’insofferenza verso la politica «del potere e delle poltrone» e la voglia di restituire ai cittadini (o se preferite al «Popolo della Città») il proprio futuro e il proprio territorio, ci ha spinto a dar vita a questa nuova iniziativa.
Fanno parte dell’Associazione, tra gli altri, in qualità di coordinatori delle attività: Antonio Cacace (Presidente), Carlo Stabile (vice Presidente), Orazio Potenza (Tesoriere), Gabriella Sessa, Emiliano Luciano, Nunzia Montenero.
L’associazione è aperta a tutti coloro che condividono il nostro progetto, e che hanno voglia di impegnarsi in prima persona. Per maggiori informazioni potete visitare il nostro sito-web all’indirizzo: www.ilpopolodellacitta.com .

Il Presidente
Antonio Cacace