venerdì 15 aprile 2011

Emergenza immigrati a Civitavecchia: La presidente Polverini vuole ricompensarci, perchè non chiedere la riconversione della De Carolis?



“Ci è piaciuta molto la dichiarazione che la Presidente Polverini ha rilasciato ieri alla stampa nella quale ha espresso la volontà di voler realizzare un’opera importante a Civitavecchia per ricompensare la città per l’impegno messo in campo e per i disagi subiti nell’emergenza immigrati – ha riferito Antonio Cacace, presidente dell’associazione cittadina “Il Popolo della Città” - A tal proposito, rincariamo la dose e chiediamo alla Governatrice Polverini di impegnarsi in prima persona facendo finanziare dalla Regione Lazio i lavori necessari per convertire l’ex caserma De Carolis in abitazioni da destinare alle famiglie in attesa di un alloggio popolare e rimaste fuori dalla graduatoria delle “casette di legno”. Sarebbe questo un bellissimo gesto da parte della Polverini e il miglior modo, forse l’unico, per ricompensare i civitavecchiesi (una volta tanto) delle tante servitù che hanno dovuto subire per amor di Patria.
Al Sindaco e al Vice Sindaco di Civitavecchia, ovviamente, chiediamo di fare propria la proposta sulla De Carolis e di mettere a disposizione della cittadinanza (e in particolare delle famiglie in emergenza abitativa) i buoni rapporti e l’amicizia personale che entrambi hanno e vantano con la Polverini per farla impegnare in tal senso.
Una dichiarazione originale quella del Presidente della Regione Lazio e in un certo senso “rivoluzionaria” considerando che mai in passato si è voluto ricompensare Civitavecchia per le servitù che la città ha dovuto subire nell’interesse nazionale.
Un’opera, quella della riconversione della De Carolis, che se realizzata, donerebbe certamente tranquillità e serenità ad intere famiglie disagiate. Non pensiamo sia cosa da poco!”

0 commenti:

Posta un commento