domenica 15 maggio 2011

PIENA SOLIDARIETA' AD ALESSIO ROMAGNUOLO



Le dimissioni di Alessio Romagnuolo sono un gesto nobile ed opportuno nei confronti di Civitavecchia e delle Istituzioni, in primis quelle che ha rappresentato.
Esse dimostrano "sensibilità" verso la propria comunità che va al di là dei propri obblighi. Romagnuolo ha confermato, a differenza di altri e davanti ad accuse tutte da dimostrare, un forte senso di responsabilità che apprezzo. Ora sarà sicuramente più libero e forte nel giustificare ciò che gli viene contestato dagli oppositori politici e, grazie all'esperienza maturata soprattutto in questi ultimi anni, saprà essere anche in futuro una risorsa per la politica della sua città. Conosco Alessio personalmente, so chi è e con quanta passione fa politica, ciò mi basta per confermare la mia vicinanza e la piena solidarietà, umana e politica, all'amico Alessio!

4 commenti:

condivido il gesto e il senso. Sono pochi i pesci che hanno il coraggio di nuotare contro corrente.

la sinistra (quella più forcaiola e con la baVa alla bocca per l'astinenza al potere) sta crocifiggendo in piazza Alessio Romagnuolo senza il giusto processo, come si faceva nel medioevo o come fanno ancora oggi in Cina e in altri paesi dove il comunismo continua fare danni e vittime.
Ai filotelecomandati bastano 4 articoli di giornale e 2 oppositori politici per rovina famiglie intere.
La stessa forca però non mi sembra di averla sentita quando il chiacchiericcio riguardava (e riguarda) i propri amici, consiglieri, ex mariti, sindaci ed ex presidenrti del Consiglio comunale. Quando tra le loro fila, la storia ci racconta, c'erano persone assunte e laudamente pagate dai loro nonni, dalle loro mogli, dai loro fratelli, figli, zii e cugini e poi si facevano riborsare parcelle di decine di migliaia di euro da zio Pantalone => ergo il Comune => ergo i soldi delle nostre tasse! Quello cos'èera?????
E li dov'erano...., perchè non si indignavano???? Ipocriti!!! VERGOGNATEVI!!!! SIETE FINTI COME UNA MONETA DI 3 EURO perchè fingete di non sapere di tutto il resto, quello non vi conviene tirarlo fuori èh?!?!?!?!? Di queste difese ce ne dovrebbero essere ad aiosa, Alessio ha tanti amici ma dove si nascondono ora??????????????????
Complimenti al blog e al suo autore

@ Marinara & Co.:

Io, con quelle 4 righe non ho voluto difendete nessuno, perchè Alessio sa farlo benissimo da solo e perchè io non mi occupo della difesa di nessuno.
Ho detto semplicemente che non dobbiamo essere noi a dire che ha sbagliato o peggio ancora che ha "rubato" perchè non stiamo nelle condizioni di poterlo dire, almeno io che sto fuori dalla realtà comunale e che ho come informazione su questa storia solo, come dici tu: "4 articoli e 2 oppositori". Un pò pochino non credi??? E chi si scaglia contro le persone solo su queste basi è uno sprovveduto, o un opportunista o un becero giustizialista (che con la destra non c'entra nulla).
Io dico che se ha sbagliato è giusto che paghi, sono il primo a dirlo e ci mancherebbe!!!
Io sono per espellere dalla politica e dai pubblici uffici (si sa non sono un moderato... :-))anche chi approfitta di un solo caffè, perchè non è il valore del contendere che conta ma il gesto, che è sempre brutto e che fa sempre condannato. Ho apprezzato in Alessio semplicemente la dignità che ha avuto nel dimettersi, subito il giorno dopo, al di la di quello che poi sarà la verità PROVATA su questa assurda storia. E ho aggiunto poi che è un bravo ragazzo e uno che fa politica per passione, perchè lo conosco per questo. Poi si può sbagliare, si è giovani e si può cadere anche nel tunnel dell'onnipotenza e se così dovesse risultare un giorno(e ripeto io non lo so) è giusto che paghi. Ma nel frattempo se proprio vi volete "scandalizzare" per quello che succede nel mondo dorato della politica non vi limitate a questo caso e ad abbatere Romagnuolo, fatelo per tutti i privilegi della casta e per tutti gli abusi indipendentemente dal fatto che chi li fa può essere un vostro compagno di partito,un avversario politico o uno che vi sta antipatico. Si chiama correttezza, si può chiamare anche rispetto per la dignità delle persone! Mi sono sentito di spezzare una lancia in favore di Romagnolo e l'ho fatto, sapevo di poter subire qualche critica (capirai...) ed essere strumentalizzato (e chissene...). Ma non importa - io non arretro - e rinnovo la mia solidarietà umana all'amico Alessio.

Non avere padroni ed essere liberi di sentire il proprio cuore non ha prezzo!
Per tutto il resto c'è Master Card... eheheheh E nel mio caso c'è Bancomatt!!!!
Ma sono felice e viva la vita!!!!!

Antonio Cacace

Posta un commento