Benvenuti nel blog ufficiale di Antonio Cacace.

Questo blog nasce con il preciso intento di far sentire la propria voce ed esprimere il proprio pensiero, liberamente e democraticamente.

Questo Blog nasce perchè non mi piace subire gli eventi ma partecipare agli stessi. Ma anche per parlare e confrontarmi con chi vorrà sugli argomenti che più mi interessano.

Le regole: il blog non si avvale della facoltà di moderare preventivamente i commenti dei lettori. Purtuttavia, ricordo, che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e in nessun caso questo sito potrà essere ritenuto responpsabile per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi.

sabato 23 luglio 2011

PINETA DELLA FRASCA: FINAMENTE LA SINERGIA TRA COMUNE E ARSIAL




CIVITAVECCHIA – Salutiamo con viva soddisfazione la decisione dell'Arsial di ripiantumare, in sinergia con il Comune di Civitavecchia, la pineta della Frasca. Era il nostro obiettivo, quando abbiamo sollecitato, a mezzo stampa, la collaborazione tra i due enti per risolvere i problemi della pineta. La nostra proposta è stata allora criticata da alcuni giornalisti, ma l’annuncio odierno dimostra che la richiesta de 'Il Popolo della Città' non era fuori luogo, anzi, proprio sotto la spinta del Comune, l'Arsial ha affidato al dr. Apice, agronomo specializzato, l’incarico di progettare la ricostruzione della pineta. E’ ora necessario che dal progetto si passi in tempi brevi alla concreta riqualificazione della Frasca, i civitevecchiesi lo meritano.

Antonio Cacace - presidente de 'Il Popolo della Città'

sabato 2 luglio 2011

L'ITALIA PIANGE PER L'UCCISIONE DEL C.M. GAETANO TUCILLO. UN ALTRO SOLDATO ITALIANO MORTO IN AFGHANISTAN


Si allunga il doloroso elenco dei militari italiani caduti in missione di pace nei tanti scenari bellici che vedono la nostra presenza attiva e laboriosa per difendere la libertà, la democrazia e la civile convivenza. Oggi è la volta del Caporal maggiore scelto Gaetano Tuccillo, il trentottesimo caduto in Afghanistan.
Ai suoi familiari, ai suoi commilitoni va il cordoglio - per quel poco che conta - de Il Popolo della Città di Civitavecchia e mio personale. Al militare ferito gli auguri di una pronta guarigione per riunirsi quanto prima all’affetto dei propri cari.
Ai leader politici, ai parlamentari una domanda accorata: quanto sangue italiano dovrà essere ancora versato perché si giunga a una seria e necessaria riflessione sulla presenza dell'Italia in Afghanistan.

Antonio Cacace - Il Popolo della Città