Benvenuti nel blog ufficiale di Antonio Cacace.

Questo blog nasce con il preciso intento di far sentire la propria voce ed esprimere il proprio pensiero, liberamente e democraticamente.

Questo Blog nasce perchè non mi piace subire gli eventi ma partecipare agli stessi. Ma anche per parlare e confrontarmi con chi vorrà sugli argomenti che più mi interessano.

Le regole: il blog non si avvale della facoltà di moderare preventivamente i commenti dei lettori. Purtuttavia, ricordo, che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e in nessun caso questo sito potrà essere ritenuto responpsabile per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi.

giovedì 27 settembre 2012

IL POPOLO DELLA CITTA’, CACACE: “VIA DELL’IMMACOLATA PERICOLOSA SENZA MARCIAPIEDE”



CIVITAVECCHIA - “Su segnalazione dei residenti di via Padri Domenicani, sollecitiamo un intervento rapido da parte dell’amministrazione comunale per risolvere con urgenza il problema della mancanza di protezioni di sicurezza e di un marciapiede nel tratto di strada di via dell’Immacolata che da via Braccianese Claudia conduce verso il campo sportivo San Pio X e il nuovo quartiere di via Padri Domenicani”. E’ quanto chiede Antonio Cacace, presidente de Il Popolo della Città.

“E’ sotto gli occhi di tutti – spiega Cacace – come quella parte della città sia altamente pericolosa per chi cammina a piedi e in particolare per i ragazzi che più volte al giorno l’attraversano per recarsi a scuola. In più il nuovo quartiere di via Padri Domenicani ne ha ulteriormente aumentato il transito. E’ necessario che il Comune intervenga su questa questione fondamentale per la sicurezza degli abitanti”.

mercoledì 19 settembre 2012

Civitavecchia: Appendice di Roma Capitale o baluardo dell'Etruria?




"Si nota di più se si costituisce l'estrema periferia della lontana Roma Capitale, o il baluardo sul mare di un ampio territorio che ruota attorno a due distinti e vicini centri urbani come Civitavecchia e Viterbo? E’ meglio far saltare anche l’ultima pseudo autonomia territoriale, cioè l’ente Comune, per permettere a Roma e ai suoi poteri forti di far diventare definitivamente il nostro territorio luogo geograficamente ideale, vista la lontananza, per le servitù altrui o gemellarci con una città come Viterbo dove i rapporti sarebbero alla pari e dove potremmo finalmente sviluppare tutte quelle eccellenze (vedi turismo e cultura) che con l'egemonia della Capitale sono sempre state mortificate?

Roma ha il suo fascino, ma i nostri interessi sono evidenti: Civitavecchia dovrebbe entrare nella provincia che unifica l'area nord del Lazio, valorizzando la sua specificità di località costiera all’interno di un territorio laborioso e produttivo. Come è evidente che ci sono interessi politici dietro all'opposto orientamento della sinistra che oggi governa in città e che spera di riconquistare Roma nella prossima primavera.

sabato 8 settembre 2012

CIVITAVECCHIA, IL POPOLO DELLA CITTA’: E’ MORTA LA ROTATORIA DI VIA TARQUINIA



«E’ venuta mancare in questi giorni la rotatoria di Porta Tarquinia». A darne il triste annuncio alla città sono Antonio Cacace e Carlo Stabile, rispettivamente presidente e vicepresidente de Il Popolo della Città, associazione di Civitavecchia.

«Dopo i parchi cittadini e la Marina  - affermano i due esponenti dell’associazione - ecco un’altra vittima illustre del verde cittadino, figlia dell’incuria della mala gestio. Infatti, come si vede nella foto, la prima rotatoria nata a Civitavecchia neanche 10 anni fa è praticamente da radere al suolo; il verde e quelle quattro piante grasse rimaste sono completamente secche e ciò che rimane della rotatoria è al limite della sicurezza stradale e oltre ogni decoro urbano.