lunedì 20 ottobre 2014

“Civitavecchia in MoVimento” non gradisce la nostra analisi e muove replica

di Antonio Cacace.
CIVITAVECCHIA – Il  Meetup “Civitavecchia in MoVimento” fa una sottolineatura a quanto da noi pubblicato venerdì scorso. In buona sostanza, prendendo spunto da una loro velina stampa, nel nostro inciso abbiamo voluto analizzare (almeno secondo il nostro personalissimo punto di vista e le informazioni raccolte) lo stato di salute del M5S che oggi governa la città, soffermandoci sui rapporti che intercorrono tra i due meetup  (Movimento 5 Stelle Civitavecchia e Civitavecchia in Movimento), almeno da quanto trapela dalle maglie che legano i due soggetti “politici”  che hanno dato vita alla lista che a Civitavecchia ha vinto le scorse elezioni amministrative.
Per dovere di cronaca e per nostra consueta correttezza pubblichiamo la nota di “Civitavecchia in MoVimento” per dare spazio alla loro versione dei fatti. Teniamo comunque a ribadire che con il nostro inciso abbiamo voluto semplicemente porre l’attenzione sul fatto che all’interno del movimento, come spesso accade quando ci sono anime differenti in qualsiasi tipo di aggregazione politica e non, sia piuttosto evidente che sia in atto un  confronto tra i due meetup (questa è la notizia) soprattutto su quelle che sono le scelte amministrative. Confronto che poi produrrà scontenti o meno, vincitori e vinti o partite patte e pare, con gli equilibri che potranno comunque continuare a pareggiare o magari a pendere in direzioni opposte. Nulla di più di quanto accade da sempre nella politica che tutti ben conosciamo, aldilà del fatto che a taluni piaccia chiamarsi “partiti” piuttosto che “movimenti” o “politici” piuttosto che “cittadini eletti”. In buona sintesi a noi quel che interessa è fare informazione e sviscerare tutto ciò che accade sotto i nostri occhi, focalizzando l’attenzione, come è giusto che sia, su chi ci governa e su tutto ciò che ruota attorno al suo vivere pubblico, che interessa la collettività prima ancora che una testata giornalistica.
Dal Meetup ‘Civitavecchia in Movimento: «Il Meetup “Civitavecchia in MoVimento”, con riferimento all’articolo “Anche il meetup civitavecchiese di cui fa parte l’ex consigliere comunale Elso De Fazi parteciperà alla manifestazione di domani contro l’inquinamento cittadino”, pubblicato lo scorso 17 ottobre dalla Voce del Popolo quotidiano on line, a firma del giornalista con lo pseudonimo Kanton, smentisce che nel Movimento 5 Stelle di Civitavecchia esista “una componente critica all’interno del movimento grillino che utilizza la Marcia della salute per ufficializzare anche il proprio dissenso”, in quanto il MoVimento partecipò anche lo scorso anno alla marcia senza bandiere come espressamente richiesto dal comitato organizzatore a tutti i partecipanti e come è stato specificato nel comunicato stesso vengono invece sottolineati l’impegno e la volontà  dell’attuale Amministrazione comunale per i temi ambientali. Inoltre il MoVimento 5 Stelle non segue le classiche logiche dei partiti e non si può assolutamente considerare un meetup come una sezione ma semplicemente come un gruppo di attivisti che lavorano parallelamente seguendo le linee programmatiche a ogni livello e che si comportano coerentemente a quanto viene fatto in tutte le altre realtà locali.
Non corrisponde al vero neanche l’ipotesi che “Parliamo di un gruppo (probabilmente minoritario tra i supporter civitavecchiesi di Grillo poiché non di area, diciamo, “ambientalista”…) rimasto fuori dal giro delle nomine e degli incarichi, nonostante il grande impegno profuso in campagna elettorale” e spieghiamo perché: tralasciando il discorso di fantomatiche “aree ambientaliste e non” (non esiste la possibilità di rinnegare la stella ambiente), le logiche del manuale Cencelli non ci appartengono e bisogna ricordare che i cittadini eletti nelle fila del MoVimento 5 Stelle sono dei portavoce e che quindi all’interno non esiste alcuna differenza tra un sindaco e un attivista così come non esiste alcuna struttura gerarchica, basterebbe infatti pensare ai capigruppo di Camera, Senato e Regione che svolgono i loro ruoli a rotazione. Nel MoVimento non c’è la necessità di ricoprire un incarico istituzionale per rendersi utile e nessuno può pensare di ricoprire il ruolo di Portavoce senza condividere le idee e farsi carico delle iniziative dal basso.
Pur essendo rispettosi del diritto di informare e del diritto di formulare ipotesi od opinioni, ci troviamo costretti a smentire le considerazioni fatte dal giornalista Kanton in quanto del tutto prive di ogni  fondamento e provvediamo quindi a spiegare e motivare come funziona la base del MoVimento per chiarire ogni dubbio. Il Meetup “Civitavecchia in MoVimento”, come tutti i meetup del Movimento di Beppe Grillo, è formato da comuni cittadini attivisti a cinque stelle, che ritengono la politica ed i partiti tradizionali la causa dell’attuale situazione socio-economica. Queste persone, meravigliose per partecipazione e generosità, agiscono volontariamente e con disinteresse avendo come unico scopo l’intenzione di fare il “bene comune”. Riteniamo la Voce del Popolo tra i pochi organi d’informazione telematici meritevole di essere definito serio, imparziale e corretto, evidenziando che lo stesso ha sempre dato il giusto spazio a tutti a prescindere dall’appartenenza politica e siamo convinti che anche dopo questo nostro intervento chiarificatore nulla cambierà».

0 commenti:

Posta un commento