Header Ads

test

Crisi in Medio Oriente: evidente la debolezza dell’Italia nello scacchiere internazionale


La debolezza dell’Italia, di fronte all’attivismo di Francia, Germania e Inghilterra in politica internazionale è sempre più evidente. E tutto il suo "splendore" (ovviamente si fa per dire) s'è palesato nella crisi mediorientale scaturita dall'uccisione del generale iraniano Soleimani da parte degli americani. Non essere stati informati dagli Usa del raid aereo indica la nostra totale ininfluenza nell'area e l’assoluta e completa impotenza della nostra diplomazia. Incapace di elaborare una strategia mentre paesi come la Turchia inviano addirittura i propri soldati in Libia.

La crisi tra Usa e Iran, la situazione in medio oriente e nel nord Africa e, a più stretto giro, la questione libica stanno mostrando la marginalità della politica estera italiana e l'inconsistenza politica di Luigi Di Maio e del Premier Conte. Una debolezza del governo italiano che costa certamente posizioni nello scacchiere internazionale e sicuramente non rende giustizia alla prestigiosa tradizione diplomatica che ci ha contraddistinto fino a qualche anno fa.

Nessun commento:

Powered by Blogger.