martedì 22 maggio 2012

22 MAGGIO 2012. ALMIRANTE UN POLITICO GALANTUOMO DI CUI L'ITALIA DI OGGI AVREBBE BISOGNO...


Ventiquattro anni fa', esattamente il 22 maggio 1988, si spegneva Giorgio Almirante, ultimo alfiere della "bella politica" uomo generoso, leale, pulito. Di quest'uomo straordinario e' stato detto tanto o troppo poco, di certo fu un punto di riferimento per diverase generazione: insegnò il coraggio, la lealtà, l'appartenza.

In questi giorni particolari della vita politica nazionale e locale, è bene riflettere e ricordarlo così:


 "Noi siamo caduti e ci siamo rialzati parecchie volte. E se l'avversario irride alle nostre cadute, noi confidiamo nella nostra capacità di risollevarci. In altri tempi ci risollevammo per noi stessi, da qualche tempo ci siamo risollevati per voi, giovani, per salutarvi in piedi nel momento del commiato, per trasmettervi la staffetta prima che ci cada di mano, come ad altri cadde nel momento in cui si accingeva a trasmetterla. Accogliete dunque, giovani, questo mio commiato come un ideale passaggio di consegne. E se volete un motto che vi ispiri e vi rafforzi, ricordate: Vivi come se tu dovessi morire subito. Pensa come se tu non dovessi morire mai". (Giorgio Almirante)

1 commenti:

guardate la folla sotto Almirante. La gente allora si mobilitava, non era spettatore passivo. Altra gente. Altri Politici. Altri Leader.

Ci manchi Giorgio

Posta un commento