Benvenuti nel blog ufficiale di Antonio Cacace.

Questo blog nasce con il preciso intento di far sentire la propria voce ed esprimere il proprio pensiero, liberamente e democraticamente.

Questo Blog nasce perchè non mi piace subire gli eventi ma partecipare agli stessi. Ma anche per parlare e confrontarmi con chi vorrà sugli argomenti che più mi interessano.

Le regole: il blog non si avvale della facoltà di moderare preventivamente i commenti dei lettori. Purtuttavia, ricordo, che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e in nessun caso questo sito potrà essere ritenuto responpsabile per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi.

martedì 31 agosto 2010

12.06.2009: E questo da lezioni all'Italia ?!?


Lettera a Gheddafi



Il Presidente libico Muammar Gheddafi, il “campione della libertà” secondo il Governo Italiano, nel suo imminente viaggio di stato in Italia, nel quale riceverà anche una laurea a Sassari (assurdo!!!), ha chiesto e ottenuto che Mara Carfagna gli combinasse un incontro con 700 donne italiane.
Quella che segue è la lettera di protesta che molte donne italiane, intellettuali, scrittrici, hanno sottoscritto indirizzandola proprio a Gheddafi.

_________OoO_________

Al Leader della Gran Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista
(Per conoscenza, alle e ai rappresentati del governo italiano e dell’Unione europea)
Gentile Muammar Gheddafi,
noi non facciamo né vogliamo far parte delle 700 donne che lei ha chiesto di incontrare il 12 giugno durante la sua visita in Italia. Siamo, infatti, donne italiane, di vari paesi europei e africani estremamente preoccupate e scandalizzate per le politiche che il suo Paese, con la complicità dell’Italia e dell’Unione europea, sta attuando nei confronti delle donne e degli uomini di origine africana e non, attualmente presenti in Libia, con l’intenzione di rimanervi per un lavoro o semplicemente di transitarvi per raggiungere l’Europa. Siamo a conoscenza dei continui rastrellamenti, delle deportazioni delle e dei migranti attraverso container blindati verso le frontiere Sud del suo paese, delle violenze, della “vendita” di uomini e donne ai trafficanti, della complicità della sua polizia nel permettere o nell’impedire il transito delle e dei migranti. Ma soprattutto siamo a conoscenza degli innumerevoli campi di concentramento, a volte di lavoro forzato, alcuni finanziati dall’Italia, in cui donne e uomini subiscono violenze di ogni tipo, per mesi, a volte addirittura per anni, prima di subire la deportazione o di essere rilasciati/e. Alcune di noi quei campi li hanno conosciuti e, giunte in Italia, li hanno testimoniati.

10.06.2009: SIAMO PICCOLI (FORSE...), MA BUONI !!!

.
.
Nuovo Oggi civitavecchia 09/06/2009
Nuovo Oggi civitavecchia 09/06/2009.

.
LEGGI  Nuovo Civitavecchia Oggi - Speciale Elezioni
.

Ringraziamo, uno ad uno, tutti i nostri sostenitori


GRAZIE DI CUORE A TUTTI, SIETE IL NOSTRO ORGOGLIO

9 giugno 2009
.
Comunicato StampaGrazie a tutti, siete stati veramente eccezionali!

Il vostro sostegno è stato fondamentale per il risultato ottenuto.
.
Purtroppo il dato nazionale non ha confortato il buon risultato fatto a Civitavecchia (il 2,80% nonostante tutto...), non abbiamo quindi la possibilità di rappresentanza in Europa, questa legge dello sbarramento voluta a un mese dalle elezioni dai due grossi partiti lascia ingiustamente fuori da Strasburgo la rappresentanza di un numero enorme di italiani (e di civitavecchiesi) che ci hanno dato fiducia.
.
Ora è il tempo della riflessione e della valutazione, poi subito al lavoro per una nuova sfida e una nuova avventura.
.
Ricordiamo ai nostri detrattori o a chi sperava in un risultato molto più deludente di questo, che siamo pur sempre ancora un partito in fase di costruzione, un partito giovane, che ha poco più di un anno anche se i valori che ci animano appartengono ai nostri padri (e ai nostri nonni).
.
Siete il nostro orgoglio.
.
Un caloroso saluto a tutti.
.
Antonio Cacace
Responsabile comunicazione
La Destra di Civitavecchia
www.ladestracivitavecchia.com
.

E' QUESTA LA CITTA’ CHE VOGLIAMO LASCIARE AI NOSTRI FIGLI?

6 giugno 2009
Partiamo da via delle Sterlizie e vediamo dove arriviamo.

In questa vicenda non mi schiero con nessuno. Né con gli ambientalisti dell’ultima ora, perché su troppi alberi sarebbero dovuti salire prima di questi eucalipti (e non l’hanno mai fatto) e perché una protesta di questo vigore organizzata a pochi giorni dalle elezioni Europee sa vagamente di strumentalizzazione politica a fini elettorali. Forse mi sbaglio, ma il sospetto in questi casi è d’obbligo. tanto meno voglio schierarmi con i (pentiti) “tagliatori di alberi a tutti i costi”, perché troppo superficiali nei modi e nei tempi. Nei modi perché sostituire una sessantina d’imponenti eucalipti con una specie di arbusti molto più piccoli e a lenta crescita non è l’alternativa adeguata. Nei tempi perchémi chiedo – come sia stato possibile dare il via ad un’operazione del genere a pochi giorni dalle elezioni senza prevedere facili attacchi strumentali?  

MA QUALCONO GLIEL'HA DETTO CHE LA GUERRA E’ FINITA…?



3 GIUGNO 2009 - Non riesco a capire come sia possibile per alcuni personaggi della politica civitavecchiese, partecipare ai congressi nazionali dove si sciolgono i partiti (penso ad AN ma non solo), e il giorno dopo tornare a casa come se nulla fosse accaduto e rivolgersi ai propri concittadini come consiglieri o capigruppo di quegli stessi partiti che, grazie anche al loro voto, oggi non esistono più.
Più leggo i quotidiani locali e le dichiarazioni stampa di certi consiglieri comunali (ma non solo...) e più mi torna in mente quel soldato giapponese rimasto da solo per decenni nella giungla a combattere gli americani a guerra finita.
Voglio ricordare a tal proposito a lor Signori ciò che il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi (nonché padre e leader indiscusso del Popolo delle Liberta) ha dichiarato qualche giorno fa sulle pagine del Corriere della Sera: “AN è un partito che non esiste nominalmente perché è confluito nel PdL”.
Quindi cari Consiglieri, prendete il coraggio a due mani e dichiaratevi (con fierezza o almeno facendo appello alla vostra dignità) Consiglieri del PDL.
Io capisco che ora, in un contenitore grande ed eterogeneo come il PDL, sarà più difficile pretendere di avere l’esclusiva di rappresentanza dell’elettorato di destra, e capisco anche che per qualcuno possa essere un problema perdere i "galloni" sul campo e tornare ad essere uno dei tanti consiglieri, o più in generale uno dei tanti del Pdl… (se non addirittura uno dei tanti e basta). Ma questo è il presente che avete voluto e contribuito a far arrivare e bisogna che ora ve ne assumiate la responsabilità.
Coraggio c’è di peggio nella vita.

TAXI ABUSIVI IN CITTA’: COSA FARE?



1 giugno 2009

Comunicato Stampa.La cronaca locale continua a sottoporci, ormai da qualche anno e a cadenza più o meno costante, il fenomeno sempre più dilagante in città dell’abusivismo di vario genere e nel caso specifico dell’abusivismo nel servizio taxi.
E’ cronaca di questi giorni, infatti, dei controlli effettuati e portati a buon fine dagli uomini della Polizia di Stato del Commissariato di Viale della Vittoria nei confronti di due romani che effettuavano il servizio taxi senza i regolari permessi.
Si sa, ormai la nostra città a causa dello sviluppo portuale e del conseguente aumento del traffico crocieristico (che “scarica” ogni giorno migliaia di turisti stranieri) è diventata una piazza appetibile soprattutto per gli specialisti capitolini dell’esercizio abusivismo del servizio taxi e dell’NCC (noleggio con conducente), incoraggiati sicuramente dalla scarsa concorrenza causata dalle poche licenze taxi rilasciate in passato dal Comune di Civitavecchia, che dai pochi controlli che si effettuano dentro e fuori dallo scalo.
E allora cosa fare?

Richiesta inserimento Banner o Inserzioni




Se sei interessato ad inserire su questo Blog la tua azienda, puoi farlo inserendo delle inserzioni o dei banner di varie misure.

Per richiedere uno di questi servizi invia una e-mail a antonio-cacace@libero.it o compila il form sottostante.

lunedì 30 agosto 2010

EUROPEE: anche a Civitavecchia nasce la Lista per L'AUTONOMIA


LA DESTRA E L’MPA INSIEME IN EUROPA PER “L’AUTONOMIA”
. 
Comunicato StampaAnche La Destra di Civitavecchia è direttamente impegnata nella campagna elettorale per le prossime elezioni Europee del 6 e 7 giugno prossimo.
Siamo orgogliosi di comunicare, infatti, che La Destra in queste elezioni Europee si presenterà a livello nazionale insieme al Movimento per le Autonomie di Raffaele Lombardo, al Partito dei Pensionati di Carlo Fatuzzo, e ad Alleanza di Centro di Francesco Pionati con un unico simbolo e un’unica lista all’insegna dell’autonomia.
La Lista si chiama, appunto, “L’Autonomia” per simboleggiare l’autonomia dai partiti maggiori, per dare voce alla politica con la “P” maiuscola, per fare la “propria” politica di forte identità territoriale e, non per ultimo, per contrastare il tentativo sciagurato di creare in Italia un bipartitismo malato e poco rappresentativo a livello sociale.
Anche a Civitavecchia quindi, sia La Destra che l’MPA, hanno raccolto l’invito dei rispettivi Segretari nazionali di partito, ed hanno dato vita sul territorio all’alleanza elettorale all’insegna dell’Autonomia e di una Europa dei popoli e delle regioni. Alleanza che mira non solo a reagire ad una legge elettorale con lo sbarramento al 4% (approvata in fretta e furia a pochi mesi dalle elezioni), volta solo ad escludere dal Parlamento europeo autonomie e territori, garantendo loro la rappresentanza che meritano, ma è un’alleanza che mira ad un progetto molto più ampio che va al di là del semplice “cartello elettorale”.